il borgo

Castiglione di Sicilia

Castiglione di Sicilia, con i suoi 120,41 kmq è uno dei Comuni territorialmente più estesi della provincia di Catania, estendendosi tra la Valle dell’Alcantara e il territorio dell’Etna, raggiungendo i crateri centrali.
Il centro abitato castiglionese sorge su un’altura, a circa 621 m.s.l.m., le diverse borgate invece sono dislocate in parte nel versante etneo, come Passopisciaro, Rovittello, Solicchiata, ed in parte nella Valle dell’Alcantara, come Mitogio, Gravà , Verzella.
Gravà sita a 4 km ad est di Castiglione, fra il profumo delle zagare degli aranceti che la circondano. Mancano notizie sulla sua fondazione ma lo stesso nome fa supporre che sia sorta in epoca molto remota. Il suo territorio è famoso per la produzione dei Vini DO.C. dell’Etna. Un territorio interessante sotto l’aspetto paesaggistico e naturalistico. Ciò che comunque caratterizza questo territorio è la presenza di una superficie adibita a vigneto che supera i 750 ettari e un numero di aziende vitivinicole pari a circa 450, la maggior parte comunque di piccole dimensioni. Tutto questo nel corso degli anni ha portato alla produzione di una pregiata varietà di vini DOC dell’Etna e IGP, caratterizzati da vitigni quali il nerello mascalese, nerello cappuccio, cataratto, carricante, nero d’Avola etc.
Castiglione di Sicilia comunque vanta anche una notevole superficie adibita a noccioleti, il cui prodotto viene molto ricercato nell’industria dolciaria locale e non solo.

Il fiume Alcantara è fiume di percorso relativamente breve (circa 52 Km) ma di regime perenne e annoverato fra i maggiori dell’isola.  Le sue acque scorrono tra il massiccio vulcanico etneo a sud e le propaggini meridionali dei monti Nebrodi e Peloritani a nord, raggiungendo il mar Jonio. La fama dell’Alcantara, le cui acque sono fredde anche nella calura estiva, è strettamente legata alle spettacolari gole che ricadono nella provincia di Messina. Ma le gole rappresentano soltanto un tratto del corso del Fiume. Il paesaggio vegetale della Valle dell’Alcantara è particolarmente ricco di numerose specie arboree, arbustive, erbacee, sommerse e semisommerse che si vanno modificando in base al periodo dell’anno ed in funzione di parecchi fattori ecologici. Il Parco fluviale dell’Alcantara, per la sua esposizione geografica e per la caratteristica di conformazione del territorio, ospita una fauna ricca ed interessante. Tra gli invertebrati vi sono delle specie che trascorrono l’intera esistenza nell’acqua e trovano il loro habitat naturale proprio grazie alla purezza dell’acqua e alla sua temperatura sempre fredda.

Chiudi il menu